Stranguria

La stranguria è un disturbo della minzione che consiste in una emissione di urina lenta e intermittente, spesso a gocce[1]. Le cause di questo sintomo possono essere le infiammazioni delle basse vie urinarie (cistite, uretrite, più raramente prostatite) spesso causate da batteri, come Escherichia coli o meno spesso Neisseria gonorrhoeae. L'infezione batterica solitamente è accompagnata da febbre. Altre cause, più rare, di stranguria sono le neoplasie che interessano le basse vie urinarie. La stranguria può essere distinta in stranguria iniziale e stranguria terminale. La stranguria iniziale precede l'emissione di urina ed è caratteristica delle cistiti del collo della vescica. La stranguria terminale si manifesta al termine della minzione ed è caratteristica delle cistiti diffuse. Alla stranguria terminale si accompagna il tenesmo vescicale, fastidiosa sensazione di un nuovo e urgente desiderio di urinare. Dovuto alla dolorosa contrattura del detrusore vescicale, il tenesmo vescicale si manifesta appena terminata la minzione.

Note

Voci correlate

This article is issued from Wikipedia. The text is licensed under Creative Commons - Attribution - Sharealike. Additional terms may apply for the media files.