Letosteina

Letosteina
Nome IUPAC
2-{2-[(2-ethoxy-2-oxoethyl)thio]ethyl}-1,3-thiazolidine-4-carboxylic acid
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareC10H17NO4S2
Massa molecolare (u)279.378 g/mol
Numero CAS53943-88-7
Numero EINECS258-879-3
Codice ATCR05CB09
PubChem68707
DrugBankDB08939
SMILES
CCOC(=O)CSCCC1NC(CS1)C(=O)O
Indicazioni di sicurezza

La letosteina è un farmaco mucolitico, un derivato della cisteina con un gruppo tiolico bloccato. La sostanza ha un'attività mucolitica sostanzialmente equivalente a quella della S-carbossi-metilcisteina.[1] Contrariamente ad altri composti appartenenti allo stesso gruppo, la letosteina contiene due atomi di zolfo e un anello di tiazolidina formato per ciclizzazione della cisteina.

Meccanismo d'azione

Il farmaco agisce fluidificando il muco bronchiale, per azione diretta. Contrariamente ad altre molecole con il gruppo tiolico libero, la letosteina non agisce sui ponti disolfuro, ma sui legami idrogeno e sui legami elettrostatici esistenti tra i diversi gruppi delle fibrille che formano il muco.
La letosteina regola il muco senza alterare l'equilibrio delle diverse mucine e inoltre stimola la produzione locale della IgA.[2][3]

Farmacocinetica

Dopo somministrazione orale la letosteina viene assorbita rapidamente dal tratto gastrointestinale. Circa il 70-80% del farmaco risulta legato alle proteine plasmatiche. Il farmaco si distribuisce nell'organismo in modo differenziato: le concentrazioni raggiunte nel fegato, reni e cute sono scarse. Le concentrazioni raggiunte nei polmoni sono decisamente più elevate. Il metabolita principale della letosteina è il derivato diacido. Nel corso del metabolismo viene mantenuta la struttura ciclica della molecola. La letosteina viene escreta soprattutto nelle urine seguendo una eliminazione di tipo bifasico. Circa il 90% della dose assunta viene ritrovata nelle urine.[4][5]

Usi clinici

La letosteina viene utilizzata come fluidificante delle secrezioni mucose nelle patologie delle vie respiratorie con ostruzione delle vie aeree,[6][7][8] e in particolare nella bronchite cronica,[9] nell'enfisema, nell'asma.
Il farmaco trova anche impiego in molte malattie in ambito otorinolaringoiatrico, specialmente in quelle associate a iperviscosità del muco, ad esempio sinusiti croniche, rinofaringiti croniche associate o non associate a tracheobronchiti.

Effetti collaterali e controindicazioni

La letosteina non deve essere somministrata nei soggetti con provata ipersensibilità. Tra gli effetti collaterali più comuni vi sono la nausea, il vomito, il dolore epigastrico.
Il farmaco non deve essere somministrato in caso di gravidanza e nei soggetti che presentano un'ulcera gastroduodenale attiva.

Dosi terapeutiche

La letosteina è disponibile in commercio nella forma di capsule o bustine. Si somministra per via orale in genere al dosaggio di 50 mg 2-3 volte al giorno nell'adulto e di 25 mg 2-3 volte al giorno nel bambino. Il trattamento deve essere protratto per almeno 10 giorni.

Note

  1. (FR) Blaive B, Lapalus P, Lemoigne F, [Comparative clinical evaluation of two mucolytic agents: S-carboxy-methyl-cysteine and letosteine (author's transl)], in Sem Hop, vol. 54, 29-32, 1978, pp. 983–6, PMID 216094.
  2. Puchelle E, Zahm JM, Polu JM, Sadoul P, Drug effects on viscoelasticity of mucus, in Eur J Respir Dis Suppl, vol. 110, 1980, pp. 195–208, PMID 6938383.
  3. Morandini GC, Perduca M, Finiguerra M, De Martini S, Fraticelli G, Recent advances of knowledge on the mechanism of action of drugs modifying the bronchial secretions, in Int J Clin Pharmacol Res, vol. 6, nº 5, 1986, pp. 415–23, PMID 3781704.
  4. Donath A, Llull JB, Schifflers MH, Wermeille M, Pharmacokinetic study of 14C-letosteine in man after oral intake and steady-state, in Eur J Drug Metab Pharmacokinet, Spec No 3, 1991, pp. 243–9, PMID 1820888.
  5. Liu X, Zheng H, Tang W, et al., Development of a novel LC-MS/MS method for the determination of letosteine in human plasma and its application on pharmacokinetic studies, in J. Chromatogr. B Analyt. Technol. Biomed. Life Sci., vol. 879, nº 25, settembre 2011, pp. 2554–60, DOI:10.1016/j.jchromb.2011.07.011, PMID 21840272.
  6. (FR) Macquet V, Ficheroulle X, Ta Van P, Peltier M, [A new contribution to the treatment of chronic bronchopneumopathies: letosteine], in Lille Med, vol. 24, nº 9, novembre 1979, pp. 735–8, PMID 529981.
  7. Meroni P, Palmieri G, De Bartolo G, Barcellini W, Albrici A, Froldi M, [Letosteine in chronic obstructive bronchopneumopathy], in Clin Ter, vol. 105, nº 2, aprile 1983, pp. 109–18, PMID 6345052.
  8. Morandini G, Finiguerra M, Fraticelli G, Ferraris F, Gallone F, [The control of bronchial secretions in chronic hypersecretory bronchopneumopathies: the role of letosteine], in Clin Ter, vol. 116, nº 3, febbraio 1986, pp. 179–93, PMID 3516541.
  9. Cremonini C, Spada E, Cellini F, et al., [Drugs active on mucus in the primary treatment of chronic bronchitis. Controlled study of the activity of letosteine], in Clin Ter, vol. 116, nº 2, gennaio 1986, pp. 121–9, PMID 3516537.
This article is issued from Wikipedia. The text is licensed under Creative Commons - Attribution - Sharealike. Additional terms may apply for the media files.