Fondazione di ricerca e cura Giovanni Paolo II

La Fondazione di ricerca e cura Giovanni Paolo II è un istituto ospedaliero dell'Università Cattolica del Sacro Cuore specializzato nei campi dell'oncologia, delle malattie cardiovascolari e della medicina specialisitica situato a Campobasso.

Fondazione di ricerca e cura Giovanni Paolo II
Stato Italia
LocalitàCampobasso
IndirizzoLargo Agostino Gemelli, 1
Fondazione2002
Posti letto120
Dir. generaleMario Zappia
Dir. sanitarioMario Zappia
Dir. scientificoGiovanni Scambia
Sito web

Storia

«Il centro che qui sta per sorgere sarà in grado di offrire un'assistenza di elevata qualità scientifica e tecnologica, alla quale non mancherà l'indispensabile "anima" capace di fare di una struttura altamente specializzata un'autentica casa di cura e di formazione sanitaria a dimensione umana.»

(Giovanni Paolo II)

Il 19 marzo 1995 viene posta la prima pietra del Centro da Papa Giovanni Paolo II e il 16 settembre 2002 il centro situato Campobasso è stato inaugurato ufficialmente alla presenza di cariche religiose e politiche. Nel 2010 la sede Molisana conta più di 700 studenti iscritti ai corsi di laurea triennali per le professioni sanitarie che afferiscono alla Facoltà di medicina e chirurgia della Cattolica di Roma.

Organizzazione

L'area clinico assistenziale e di ricerca è organizzata in dipartimenti[1]:

  • dipartimento SERVIZI
  • dipartimento di MALATTIE CARDIOVASCOLARI E DEI GROSSI VASI
  • dipartimento di ONCOLOGIA

Specialità cliniche

  • Anatomia Patologica
  • Anestesia, Terapia Intensiva e Medicina del Dolore
  • Cardiologia - Emodinamica Elettrofisiologia ed Aritmologia
  • Centro Integrato di Senologia
  • Chirurgia Cardiaca e dei Grossi Vasi
  • Chirurgia Generale ed Oncologica
  • Chirurgia Vascolare
  • Endoscopia Digestiva
  • Fisica Sanitaria
  • Laboratorio Analisi
  • Oncologia Generale
  • Oncologia e Chirurgia Ginecologica
  • Onco-Ematologia
  • Radiodiagnostica
  • Radioterapia Oncologica
  • Riabilitazione post Chirurgica

Note

  1. I Dipartimenti

Collegamenti esterni

This article is issued from Wikipedia. The text is licensed under Creative Commons - Attribution - Sharealike. Additional terms may apply for the media files.