Camera di Ussing

La camera di Ussing è un dispositivo utilizzato per misurare il trasporto di ioni attraverso il tessuto epiteliale.

La camera prende il nome dallo zoologo danese Hans Ussing (1911-2000), che la inventò negli anni '50.

Una camera di Ussing consiste di due compartimenti separati dall'epitelio (foglietto epiteliale o monostrato di cellule epiteliali coltivate su supporti permeabili) in esame. Gli epiteli sono composti da cellule polarizzate, cioè che hanno un lato apicale o mucosa e un lato basolaterale o sierosa. In una camera di Ussing è possibile isolare il lato apicale dal lato basolaterale. Le due camere sono riempite con quantità uguali di soluzione di Ringer. In ogni epitelio vi è un trasporto di ioni che si verifica sia dalla parte apicale al lato basolaterale e viceversa. Questo trasporto di ioni produce una differenza di potenziale attraverso l'epitelio. La differenza di potenziale generata viene misurata utilizzando due elettrodi che sono posizionati vicino al tessuto epiteliale.

Bibliografia

This article is issued from Wikipedia. The text is licensed under Creative Commons - Attribution - Sharealike. Additional terms may apply for the media files.